Tempo della sciamatura delle api: cos’è e perché non va ostacolato

Condividi sui social!

Ogni anno, a maggio, assistiamo a un fenomeno naturale affascinante e fondamentale per l’ecosistema: la sciamatura delle api. Questo evento, che può sorprendere e talvolta preoccupare chi non ne conosce le dinamiche, è un segno di buona salute dell’alveare e una tappa cruciale nel ciclo vitale delle api.

Cos’è la sciamatura?

La sciamatura è il processo mediante il quale una colonia di api si divide in due gruppi distinti. Questo avviene principalmente per due motivi: sovrappopolazione dell’alveare e necessità di espansione. Quando l’alveare diventa troppo affollato, la regina vecchia e una parte delle api operaie decidono di lasciare l’alveare per fondarne uno nuovo. Questo gruppo, chiamato sciame, parte alla ricerca di un nuovo luogo dove stabilirsi.

Ci sono molte curiosità legate alla sciamatura, come la comunicazione delle api esploratrici che indicano la posizione del nuovo sito tramite una danza specifica. Anche se una regina può deporre fino a 2000 uova al giorno, durante la sciamatura è limitata nei suoi voli a causa del peso, non potendo coprire lunghe distanze. Oltre al primo sciame con la regina originale, possono sorgere altri sciami più piccoli guidati dalle nuove regine, perpetuando così il ciclo di espansione dell’alveare.

Perché le api sciamano?

La sciamatura è essenziale per la proliferazione delle api, è un comportamento naturale che garantisce la diffusione genetica e la creazione di nuove colonie. Sebbene possa sembrare caotica, è un processo altamente organizzato che assicura la sopravvivenza delle api e la biodiversità del loro ecosistema.

Come prevenire l’insediamento dello sciame?

Per evitare che uno sciame di api si insedi in casa o in spazi urbani non adatti, è fondamentale prendere alcune precauzioni:

  • Sigillare fessure e buchi: chiudere con adeguato materiale le fessure e i buchi presenti nelle pareti esterne dell’abitazione.
  • Reti e zanzariere: installare reti zanzariere alle prese d’aria e alle finestre delle soffitte e attorno ai comignoli dei camini non utilizzati.

Cosa fare in caso di incontro con uno sciame?

Nonostante le api siano generalmente pacifiche durante la sciamatura, potrebbero pungere se si sentono minacciate. Ecco come comportarsi:

  • Mantenere la calma: le api percepiscono le vibrazioni e i movimenti rapidi come una minaccia. Evitare movimenti bruschi può prevenire un attacco.
  • Allontanarsi lentamente: se ti trovi vicino a uno sciame, allontanati lentamente senza agitare le braccia.
  • Abbigliamento adeguato: indossare abiti neutri e evitare profumi forti può ridurre il rischio di attirare le api.

Se trovi uno sciame di api, è importante sapere come comportarsi per garantire la tua sicurezza e quella delle api:

  • Non disturbarle: le api sono in una fase di transizione e generalmente non sono aggressive. Evitare di disturbarle è la migliore precauzione.
  • Contattare un apicoltore: gli apicoltori hanno l’esperienza e le attrezzature necessarie per gestire gli sciami in sicurezza. Contatta un apicoltore locale per rimuovere lo sciame in modo sicuro.
  • Non usare pesticidi: l’uso di pesticidi è altamente sconsigliato poiché sono dannosi per le api, fondamentali per l’impollinazione e l’ecosistema.

Ricorda che uno sciame in volo o appeso a un albero non è pericoloso. Le api, gonfie di miele, non riescono a pungere e diventano aggressive solo se attaccate o involontariamente disturbate. In queste situazioni, possono circondarti senza arrecarti danno.

La sciamatura delle api è un evento naturale affascinante e cruciale per l’ecosistema. Comprendere questo fenomeno e sapere come comportarsi durante un incontro con uno sciame può aiutare a proteggere sia noi stessi che queste preziose creature.

Condividi sui social!

Published On: 22 Maggio 2024Categories: Animali & BiodiversitàTags: , , , , , Views: 20
  • ghiacciaio-la-corona-venezuela

Addio all’ultimo ghiacciaio del Venezuela

Addio all'ultimo ghiacciaio del Venezuela che ha definitivamente perso tutti i suoi ghiacciai, un segnale preoccupante degli effetti del cambiamento climatico. Il ghiacciaio [...]