Scelta Consapevole per un Natale Sostenibile: Albero Vero o Finto?

Condividi sui social!

Con l’avvicinarsi del Natale, l’acquisto dell’albero diventa una decisione importante. La discussione tra alberi veri e finti è sempre aperta: qual è la scelta più sostenibile dal punto di vista ambientale? La risposta, in realtà, è complessa e richiede un’analisi approfondita basata sui Life Cycle Assessment (LCA), che valutano l’impatto ambientale di un prodotto dal suo inizio alla sua fine.

Esaminiamo i pro e i contro degli alberi naturali e artificiali considerando le emissioni di gas serra, l’uso dell’acqua e la durata di utilizzo.

  • Durata di utilizzo

Un albero artificiale può essere riutilizzato per molti anni, mentre quelli naturali devono essere sostituiti ogni anno. In un periodo di 10 anni, un albero sintetico può essere paragonato a ben 10 alberi naturali. La chiave è la durata di utilizzo: il vantaggio del sintetico dipende principalmente da questo fattore.

  • Emissioni di gas serra

Le emissioni di gas serra sono un aspetto critico. Un albero artificiale emette circa 17,9 kg di CO2 equivalente durante il suo ciclo di vita. Per gli alberi naturali, le emissioni variano a seconda del periodo considerato (1, 5 o 10 anni) e del metodo di smaltimento (compostaggio, incenerimento o discarica). E’ proprio la dismissione il fattore che più incide nel loro ciclo di vita.  In un anno, l’albero naturale ha un vantaggio, ma nel lungo termine, soprattutto a 5 e 10 anni, le emissioni dei naturali superano quelle dei sintetici.

  • Uso dell’Acqua

Se consideriamo il consumo d’acqua nel ciclo di vita, gli alberi naturali sono più efficienti solo nel primo anno. Nei 5-10 anni successivi, gli alberi artificiali richiedono molto meno acqua rispetto a quelli naturali. Difatti per dare un po’ di numeri, se consideriamo un decennio di utilizzo si avranno 0,142 m3 di acqua per un albero artificiale contro un valore medio di 1,06 m3 per gli alberi naturali. Circa 7 volte di meno!

  • Cosa conviene dunque scegliere?

La risposta potrebbe sembrare controintuitiva: l’albero artificiale è la scelta migliore, ma solo se viene utilizzato per diversi anni. Altrimenti, gli alberi naturali sono preferibili, specialmente se provenienti da produttori locali certificati per la sostenibilità. In generale, un albero artificiale sarà più ecologico solo se mantenuto in uso per un lungo periodo, promuovendo così uno stile di vita meno consumistico e più sostenibile.

Il Natale è un momento di gioia e condivisione, ma possiamo celebrarlo in modi che riducono il nostro impatto ambientale. Possiamo considerare l’utilizzo di decorazioni e luci a LED a basso consumo energetico e la scelta di  fare regali pensati che durano nel tempo.

La sostenibilità è una via da percorrere poco a poco, passo dopo passo. Ogni piccola scelta conta e può fare la differenza. Possiamo educarci ed educare gli altri sulle pratiche sostenibili, cercando sempre nuovi modi per ridurre il nostro impatto sull’ambiente.

Scegliere un albero di Natale sostenibile è solo l’inizio di un viaggio verso un futuro più verde e più equo per tutti. Che tu opti per un albero vero o finto, ricorda che ogni decisione informata e consapevole ci avvicina a un mondo più sostenibile per le generazioni future.🌍

Condividi sui social!