Lampada Rivoluzionaria che Trasforma l’Acqua in Energia

Condividi sui social!

Questa innovativa lampada a base di acqua salata offre una soluzione rivoluzionaria per la conversione di risorse naturali in energia elettrica. Il dispositivo portatile, chiamato WaterLight è frutto della collaborazione tra la start-up colombiana di energia rinnovabile E-Dina e la divisione Wunderman Thompson Colombia di WPP. Questa innovazione si ispira alle antiche pratiche della comunità indigena Wayuu, situata ai confini tra Venezuela e Colombia.

Obbiettivo principale

WaterLight si propone di affrontare il problema dell’accesso limitato all’elettricità che affligge circa 840 milioni di persone nel mondo, come evidenziato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). In un contesto in cui la domanda globale di elettricità è in costante aumento e le risorse tradizionali stanno esaurendosi, questa lampada si presenta come una soluzione sostenibile e accessibile.

Ma come funziona?

Il funzionamento della lampada si basa sull’ionizzazione dell’acqua salata. L’energia elettrica viene generata dalla reazione tra gli elettroliti presenti nell’acqua salata e il magnesio interno al dispositivo. WaterLight può trasformare mezzo litro di acqua salata in ben 45 giorni di illuminazione. Pertanto funge non solo da fonte di luce portatile ma anche da caricatore USB per dispositivi elettronici di piccole dimensioni.

La lampada è stata progettata pensando a situazioni di emergenza e può persino essere alimentata tramite l’urina. L’ispirazione per questo approccio innovativo proviene dalle pratiche tradizionali dei Wayuu, una comunità che vive in una regione desertica con limitato accesso all’elettricità. WaterLight si prefigge di aiutare tali comunità a utilizzare in modo sostenibile le risorse marine circostanti, consentendo loro di condurre una vita più autosufficiente senza dover viaggiare alla ricerca di energia.

Design innovativo

Oltre alla sua funzionalità pratica, WaterLight è anche un prodotto culturalmente ricco. Decorata con simboli e motivi tradizionali, la lampada presenta una superficie in legno che richiama l’arte antica della tessitura Kanas. Il cinturino, realizzato da artigiane locali, incorpora tecniche artigianali. Impermeabile e realizzato con materiali riciclabili, il dispositivo ha una durata prevista di circa 5.600 ore, corrispondente a due o tre anni di utilizzo.

Bas Korsten, Chief Creative Officer globale di Wunderman Thompson, ha elogiato WaterLight come un esempio di come tecnologia, creatività e umanità possano coniugarsi per generare un’idea rivoluzionaria. L’azienda prevede di lanciare WaterLight a livello mondiale, con un particolare focus su nazioni che necessitano urgentemente di un maggior accesso all’elettricità.

Questa lampada ad acqua salata non solo offre una soluzione pratica per comunità in aree remote e svantaggiate, ma incarna anche un connubio tra innovazione e rispetto delle tradizioni culturali.

Con la sua capacità di convertire risorse naturali in energia sostenibile, WaterLight si candida a diventare un’importante risorsa per migliorare la vita di milioni di persone nel mondo.🌎

Condividi sui social!

Published On: 7 Dicembre 2023Categories: Rinnovabili, TecnologiaTags: , , , Views: 126