Il fascino e il profondo significato dei fiori del Sakura giapponese

Condividi sui social!

In Giappone, la primavera porta con sé non solo il risveglio della natura, ma anche una festa intrisa di antica tradizione e significato spirituale: l’Hanami, la celebrazione della fioritura dei ciliegi Sakura. Questi meravigliosi fiori, che colorano il Paese nipponico di rosa, racchiudono una storia millenaria e una simbologia che va oltre la loro bellezza visiva.

L’Hanami

L’Hanami, una pratica millenaria, invita le persone a immergersi nella natura per contemplare l’effimera bellezza dei fiori di ciliegio. Il termine stesso, composto da “hana” che significa fiore, e “mi” che significa guardare o osservare, cattura l’essenza di questo rituale. Durante l’Hanami, famiglie e amici si riuniscono per picnic sotto i ciliegi in fiore, gustando sake e compagnia.

La fioritura dei Sakura inizia a marzo ad Okinawa e termina a Kyoto e Tokyo ad aprile. Questi alberi non si limitano al rosa, ma presentano una vasta gamma di sfumature, spaziando dal rosa pallido al fucsia fino al bianco. Tra le varietà più diffuse ci sono i Somei Yoshino, ma esistono anche altri tipi come gli yaezakura e gli shidarezakura, noti per le loro fioriture a cascata.

Uno degli alberi di ciliegio più amati dai giapponesi è lo Jindai Zakura, situato al Jissou Temple, con una storia che risale a circa duemila anni e un maestoso tronco di quasi 14 metri.

Ma oltre alla loro bellezza esteriore, i fiori di ciliegio hanno un significato simbolico e spirituale profondo. La loro breve fioritura simboleggia la caducità della vita e la fragilità dell’esistenza umana, ma anche la gioia e la rinascita che accompagnano ogni nuovo inizio. La tradizione dell’Hanami è intrisa di speranza per il futuro e auspica prosperità, rappresentando anche le virtù del Samurai: onestà, coraggio, lealtà e purezza.

La leggenda

Una leggenda giapponese intreccia il destino dei fiori di ciliegio con quello di due anime: Yohiro e Sakura. Yohiro, un albero solitario e triste, si trasforma in un essere umano e trova l’amore in Sakura. Attraverso la loro unione, i due diventano un unico essere e l’albero, finalmente, fiorisce. Questa storia racconta dell’amore eterno e della rinascita che i fiori di ciliegio rappresentano per il popolo giapponese.

Poeti e artisti hanno celebrato la bellezza dei Sakura attraverso secoli di storia. Un haiku di Yosa Buson cattura l’effimera bellezza dei fiori di ciliegio che cadono sugli specchi d’acqua della risaia, evocando l’immagine di stelle nel chiarore di una notte senza luna.

Così, i fiori di ciliegio giapponesi continuano a ispirare e ad incantare, portando con sé non solo la promessa della primavera, ma anche la bellezza e la profondità dei significati che essi racchiudono.

Condividi sui social!

Published On: 23 Marzo 2024Categories: Costume&SocietàTags: , , , , , , Views: 27